La nuova frontiera dell’e-commerce – l’innovazione al servizio del commercio

Il periodo di lockdown, causato dal Covid-19, ha influenzato inevitabilmente le abitudini dei consumatori e degli italiani. Le vendite on line sono diventate molto comuni nelle famiglie italiane tanto che il fatturato delle vendite online, che nel 2019 era già in crescita del 17% per un totale di oltre 48 miliardi di euro, è aumentato con progressioni quasi geometriche. Agli italiani sembra piacere acquistare online: nello specifico, sempre nel 2019, il 76% dei consumatori lo ha fatto da mobile, mentre il 98% ha sfruttato almeno una volta i market place digitali. Negli ultimi 12 mesi, si è assistito ad una crescita delle transazioni online del 15,4%, con il 36,4% dei consumatori totali che ha acquistato da casa anche quei prodotti che solitamente prendeva fisicamente in negozio. Uno studio condotto nel 2020 da Nomisma e Crif sostiene come l’83% dei consumatori si ritenga soddisfatto del servizio digitale offerto dalle piattaforme, apprezzandone l’ampio assortimento e l’integrità dei prodotti acquistati. Sempre dallo stesso studio emerge come anche i negozi online plurimarca sono molto graditi. Le stime più attuali danno il settore in continua crescita, con la possibilità di raggiungere un aumento futuro anche del 55% di utenti anche grazie alla facile fruibilità nella navigazione sui siti di riferimento. Insomma, agli italiani l’e-commerce piace. 

E-Commerce è una parola inglese che e’ entrata nel costume della quotidianita’ delle persone. Letteralmente significa “Commercio Elettronico”, cioè l’insieme di transazioni generate dalla compravendita di beni e servizi realizzati su internet tramite il web.

Quindi per riuscire a far conoscere i propri prodotti tramite la rete e’ fondamentale apprendere tutti i segreti ed adottare gli accorgimenti necessari per vendere on line partendo dalla creazione di un sistema di e-commerce. Rientrano nel campo di appartenenza dell’e-commerce la distribuzione on line di contenuti digitali ed operazioni di investimento sulle piattaforme di trading.

dott. Raffaele Sirica

Non tutti si possono imbarcare in questo nuovo mondo commerciale, bisogna avere una solida padronanza delle piattaforme per poter creare siti e-commerce e trucchi per vendere on line in modo efficace in modo da poter generare fatturato. L’avvento dei negozi virtuali ha modificato il mondo della intermediazione.

La vendita on line raggruppa bisogni di nicchia raggiungendo clienti anche molto lontani geograficamente aumentando, in questo modo, il potere di acquisto. Inoltre, può abbattere i costi di canale, dare vita ad un contatto diretto con gli utenti, grazie alle community fino ad ottenere una personalizzazione totale del prodotto servizio.

L’ascesa dei siti e-commerce ha portato gli stessi imprenditori a combattere fianco a fianco annullando il tempo e lo spazio.  Quando parliamo di business, tra il commercio elettronico e quello “tradizionale” la linea di confine è molto sottile ed entrambi convergono nella stessa direzione, integrandosi.

Tuttavia, il commercio elettronico registra un trend positivo nettamente in crescita, già negli ultimi anni ma soprattutto in questo periodo di pandemia. Questo fa si che l’imprenditore deve essere sempre al passo coi tempi per quelle che sono le richieste del mercato occupazionale on line. E’ naturale che le varie aziende sono sempre alla ricerca di personale con elevata competenza digitale, abilità nella gestione dei progetti e-commerce e della disciplina web marketing, tanto da aver dato vita alla figura dell’e-commerce manager.  

Caratteristica fondamentale dell’e-commerce è quella di essere consapevole dell’influenza del commercio on line sul target della clientela privata o business. Quest’ultima suddivisione della clientela è doverosa, tenuto conto che il mercato del lavoro e le abitudini di acquisto delle persone sono sempre più propense ad affidarsi alla rete.

In Italia assistiamo ad un incremento del 30% di fatturato rispetto all’anno precedente. In effetti questo sistema viene visto come una grande occasione ed opportunità di sviluppo per le imprese italiane del settore dell’ e-commerce.

L’innovazione dell’e-commerce sostituisce il negozio “reale” con il negozio “virtuale”,  dove è possibile visionare on line i prodotti per poi acquistarli sul web.

Qualsiasi sistema di e-commerce necessita di una piattaforma on line. E’ possibile distinguere una piattaforma “proprietaria” che viene gestita ed elaborata da un tecnico dipendente dell’aziende e-commerce e le piattaforme che vengono realizzate da una web agency. 

Insomma, il mondo del commercio elettronico è in espansione continua, con una impressionante capacità di generare nuove opportunità occupazionali grazie alla creazione di nuove figure professionali che siano prima di tutto in grado di ascoltare il mercato e guidare il cliente in progetti concreti coniugandoli con la galoppante innovazione tecnologica.