UIL, ASNAF E FMPI SOTTOSCRIVONO IL CCNL PER I LAVORATORI DI SETTORI IMPORTANTI COME LE AZIENDE MUNICIPALIZZATE,LE STRUTTURE SOCIO SANITARIE E LE ATTIVITA’ FUNEBRI E CIMITERIALI

La presidente di FMPI Antonina Terranova ed il vice presidente Nicola Di Iorio

Il 17 del mese di giugno dell’anno 2021, a Roma, presso la sede della UIL FPL Nazionale, ha avuto luogo l’incontro tra l’Associazione ASNAF & AS, in persona del Presidente Nazionale Jorio Ronca, la Federazione Medie Piccole Imprese, in sigla F.M.P.I, in persona del Presidente Nazionale Antonina Terranova e del Vicepresidente Nazionale Nicola Di Iorio e dei componenti della Delegazione trattante della F.M.P.I. composta da Alessia Ronca, Barbara Masserelli, Lorenzo Del Vecchio e Marco Romano e il sindacato UIL FPL Nazionale, in persona del Segretario Generale Nazionale Michelangelo Librandi e del Responsabile Nazionale del Terzo Settore Bartolomeo Perna.

In tale occasione si è proceduto alla sottoscrizione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro 2021/2023 “per i Lavoratori delle Piccole Medie Imprese, Centri di Servizi e Consorzi, Aziende Municipalizzate, Strutture Assistenziali e Socio Sanitarie, esercenti attività alla Persona, Attività Cimiteriali, Attività Funebri e di Polizia Mortuaria, Onoranze funebri aderenti alla Associazione F.M.P.I. e ASNAF & AS”.

Il Segretario Generale Nazionale della UIL FPL Michelangelo Librandi e il Responsabile Nazionale del Terzo Settore UIL FPL Bartolomeo Perna mentre sottoscrivono il CCNL affiancati dai presidenti di FMPI, Antonina Terranova e di ASNAF, Jorio Ronca

Il contratto si applica a tutti i lavoratori con rapporto di lavoro dipendente delle aziende, imprese municipalizzate, centri servizi, cooperative di servizio, strutture assistenziali e socio sanitarie e dei consorzi esercenti attività rivolte alla persona, attività cimiteriali, attività trasferimento funebre, di onoranze funebri, di polizia mortuaria aderenti alla Associazione ASNAF & AS e F.M.P.I., operanti nell’ambito delle attività dei servizi alla persona

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro ha validità triennale, decorre per la parte normativa dal 1° gennaio 2021 ed è valido fino a tutto il 31 dicembre 2023, la parte economica decorre dal 1° giugno 2021 ed è valido fino a tutto il 31 dicembre 2023.

La presidente Antonina Terranova all’atto della firma del CCNL nella sede della UILFPL

Il Contratto Collettivo Nazionale è nato dalla necessità di contemperare una duplice esigenza, quella di ottimizzare l’organizzazione dell’assetto aziendale in continua e rapida evoluzione e quella di mantenere una retribuzione che sia quanto più possibile ancorata al tradizionale ed intramontabile principio sancito dall’art. 36 della Costituzione che tutela la retribuzione proporzionata alla quantità e alla qualità del lavoro prestato nel pieno rispetto dell’art.39 della Costituzione Italiana, della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea, e contro ogni forma di violazione dei diritti di equità sociale e sindacale.

Il Contratto Collettivo Nazionale, firmato da ASNAF & AS, F.M.P.I e UILFPL,  rappresenta pertanto il plafond contrattuale per definire quel complesso minimo inderogabile delle retribuzioni, delle norme, dei diritti e delle regole necessarie per configurare un rapporto di lavoro contrattualmente corretto.

Tale livello minimo sarà poi, ove contrattualmente previsto, positivamente integrato dalla Contrattazione di Secondo livello.

Le Parti hanno scelto, perciò, di porre in essere, ai vari livelli, un modello di relazioni sindacali e di Contrattazione collettiva, in cui prevalga il principio di partecipazione, di collaborazione, e al tempo stesso, ispirata ai valori di correttezza, di sussidiarietà, di solidarietà e flessibilità, nel rispetto dell’obiettivo primario di favorire la massima occupazione.

Premesso ciò, tale contrattazione sarà finalizzata alla incentivazione e alla promozione di servizi e all’attivazione di prestazioni di solidarietà.

Il CCNL si pone il precipuo obiettivo, nei limiti di quelle che sono le disposizioni normative vigenti, di affiancare all’intangibilità della retribuzione economica, un sistema di Welfare aziendale che permetta al lavoratore di fruire di servizi aggiuntivi e all’azienda di ammortizzare parte del carico fiscale sul costo del lavoro.

la Delegazione di FMPI, integrata da Alessia Ronca, Barbara Masserelli, Marco Romano, Lorenzo del Vecchio, insieme a Jorio Ronca, presidente di ASNAF e Bartolomeo Perna della UIL FPL

La presidente di FMPI, Antonina Terranova, ha precisato che ” al di là del contenuto e del merito del contratto, i cui dettagli verranno presentati ed illustrati nell’ambito della fiera di settore che si svolgerà a Bologna a partire dal primo di luglio, ove la Federazione sarà presente con un proprio stand, il contratto sottoscritto con ASNAF & AS e con la UIL FPL rappresenta un ulteriore passo in avanti per la Federazione. Sono certa che lo strumento contrattuale sottoscritto abbia le caratteristiche giuste per innovare e garantire i processi lavorativi in settori particolarmente delicati della vita quotidiana. Una particolare attenzione è stata dedicata alla ricerca della continua formazione professionale con la previsione, nelle declaratorie contrattuali, di nuove figure professionali specializzate, elemento imprescindibile per adeguarsi ad un sistema organizzativo-lavorativo sempre più dinamico. Infine – ha concluso la presidente– il CCNL dedica una particolare attenzione alla tutela della sicurezza suoi luoghi di lavoro”.